Palpebre cadenti, non ti serve il chirurgo: con questi bustine rassodi la pelle intorno agli occhi

Almeno una volta nella vita, sarà capitato di svegliarsi con le palpebre gonfie. La causa potrebbe essere il cambiamento dovuto all’età, a meno che non ci siano in corso delle infiammazioni o delle reazioni allergiche particolari.

Decotto di melitoto
Decotto di melitoto – Siciliananotizie.com

Se le palpebre risultano essere gonfie, o cadenti, vuol dire che i muscoli si stanno rilassando troppo. Per questo motivo, bisogna trovare una rapida soluzione, per far sì che l’inestetismo non diventi sempre più importante e non dia addirittura problemi alla vista.

Quando si è ancora giovani, bisogna prendersi cura del viso pur avendo la pelle perfetta, morbida ed elastica. Ecco perché nonostante si abbiano ancora 20 anni, è importante utilizzare creme anti-age.

La pelle invecchia anche quando si è giovanissimi, solo che non ce ne accorgiamo. Ci rendiamo conto soltanto quando è troppo tardi e si hanno le palpebre gonfie o cadenti. A quel punto ci si ritrova in difficoltà, costretti a dover spendere chissà quanti soldi per cercare di ritrovare qualche anno di giovinezza.

Decotto di melitoto, ecco come curare le palpebre gonfie

In realtà esistono tantissimi rimedi e prodotti naturali, in grado di ringiovanire la pelle dandole un aspetto fantastico. Uno tra i prodotti naturali in grado di fare miracoli è il miele, ma non è il classico che siamo abituati a mangiare direttamente dal vasetto.

Questo si ottiene da un decotto di melitoto, ovvero da una pianta ricca di proprietà, da cui si ricavano i colliri e gli infusi che si utilizzano per curare orzaiolo e congiuntivite. Inoltre, da questa pianta traggono giovamento anche le api soprattutto in estate.

La zona del contorno occhi, necessita di cure che non per forza devono avere a che fare con l’utilizzo di creme particolari, dal costo incredibilmente elevato. Tra le cure più adatte c’è quella con il decotto di melitoto che a quanto pare è miracoloso.

Per preparare il decotto bastano 4 Gr di foglie di Melitoto, 4 grammi di foglie di noce e dei fiori di camomilla. Si fanno bollire tutti insieme, per 10 minuti. Una volta raffreddato, il decotto va filtrato. Si può bere e si può utilizzare per fare gli impacchi con la garza sterile. Il risultato finale sarà sorprendente.

Ciò che è veramente vantaggioso, è che si tratta di rimedi naturali che non hanno controindicazioni o effetti collaterali di qualunque tipo.