NON mangiate MAI la punta del cono preconfezionato: gravi danni per l’organismo

La punta di cioccolato del cono gelato non si dovrebbe mangiare. Ecco perché fa male alla salute.

Non mangiare punta gelato
Non mangiare punta gelato – Siciliananotizie.com

D’estate chi è che non mangia un bel gelato fresco? In molti e spesso si ricorre ai gelati confezionati più economici e più facilmente reperibili dei gelati artigianali. Ma si sa che i gelati confezionati sono pieni di zuccheri e conservanti, senza dimenticare la quantità di olio di palma che contengono. Per questo i gelati come tutti i snack industriali andrebbero consumati con moderazione oppure evitati completamente.

Sarebbe meglio infatti preparare un bel gelato salutare e sul web ci sono numerose ricette. Ma purtroppo non tutti hanno il tempo per potersi cimentare in queste preparazioni. Uno degli ultimi studi fatti sostiene che del gelato confezionato non andrebbe mangiata la punta del cono, quella dove solitamente c’è il cioccolato perché ricca di cattivi grassi che sono dannosi per l’organismo umano.

Ecco perché non si dovrebbe mangiare la punta a cioccolato del cono confezionato

A sostenere che il cioccolato presente nella punta del cono confezionato è pieno di grassi non buoni è Bert Weckhuysen, chimico dell’Università di Utrecht. Quella parte del cono contiene soprattutto grassi saturi, ovvero quelli che si trovano nel burro e nel lardo, ma anche nei dolci industriali e nei prodotti molto lavorati.

Il professor Weckhuysen ha spiegato che ci sono due tipi di grassi acidi: quelli saturi e quelli insaturi. I primi sono catene dirette e sono solidi a temperatura ambiente, come il burro. Questi se assunti in grandi quantità fanno male alla salute poiché aumentano il livello del colesterolo.

punta del gelato confezionato - non mangiarla - siciliananotizie.com
punta del gelato confezionato – non mangiarla – siciliananotizie.com

I secondi invece, i grassi insaturi, sono costituiti da catene che formano dei fomiti e che hanno un punto di fusione basso e quindi sono liquidi a temperatura ambiente, come l’olio di oliva. I grassi insaturi per essere convertiti in grassi solidi attraversano la tecnica dell’idrogenazione che fa si che i doppi legami diventino singoli legami.

Questa tecnica viene utilizzata anche per cambiare il punto di fusione del cioccolato e soprattutto nella punta del cono gelato confezionato. Questo accade perché i produttori non vogliono che il cioccolato in punta si sciolga velocemente o che rimanga solido per questo ci aggiungono una buona quantità di grassi saturi.

Ecco svelato perché è meglio evitare di mangiare quella punta di gelato di cioccolato, contiene una concentrazione di grassi molto elevata.