‘Ha nascosto la malattia’ Piero Angela, la verità sulla causa della morte | Fan sconvolti

Non ha mai voluto parlare molto della sua vita personale, dei suoi familiari e dei suoi orgogli: i figli. Piero Angela è stato un grande volto della TV ma ha sempre avuto un grande rispetto per la sua privacy.

Piero Angela
Piero Angela – Siciliananotizie.it

La morte di Piero Angela ha sconvolto tutti gli italiani. Il grande divulgatore, giornalista, scrittore ha lasciato un vuoto immenso nella televisione nostrana.

Ha accompagnato più di una regione nell’affascinante viaggio tra natura, scienza, fantascienza e storia regalando pillole di sapere che hanno sicuramente arricchito tanto.

La notizia della sua morte è arrivata poche ore fa. A dare il triste annuncio il figlio che conosciamo tutti, Alberto, suo erede artistico.

Piero Angelo, morto dopo una lunga malattia: la verità

Alberto ha usato tre semplici parole per salutare suo padre Piero Angela un’ultima volta:

“Buon viaggio papà”

Con questo breve salute ha lasciato intendere che il olore è ora troppo grande per aggiungere altro.

Piero Angela
Piero Angela – Siciliananotizie.it

Quando si perde una persona casa e un maestro di vita come lui ci si deve prendere del tempo per elaborare la perdita e andare avanti.

Piero ha trascorso la vita intera a fare ciò che più amava: parlare di scienza. Ha lavorato in questo campo per ben 70 anni facendo informazione e intrattenimento. Non ha mai amato parlare molto del suo privato ed è per questo che ha nascosto al suo grande pubblico una malattia che da anni aveva fatto la sua comparsa nella sua vita.

In alcune rare occasioni in cui ha parlato della moglie, Margherita Pastore e dei figli non ha potuto che avere per loro delle belle parole, di stima e orgoglio.

La lettera d’addio di Piero

Il conduttore di Quark ha voluto congedarsi dal suo fedele pubblico con delle parole che fanno sciogliere il cuore:

“Mi spiace lasciarvi dopo 70 anni insieme”

Ma ciò che ha lasciato tutti basiti è sapere che Piero era malato.


Ancora ora, la causa specifica della sua morte è celata dal mistero. Nella lettera c’è un veloce accenno alla lunga malattia:

“Malgrado una lunga malattia sono riuscito a portare a termine tutte le mie trasmissioni e i miei progetti (persino una piccola soddisfazione: un disco di jazz al pianoforte…)”.

La malattia non gli ha mai tolto la voglia di conoscere il mondo e i suoi misteri. Il prossimo 22 dicembre Piero avrebbe compito 94 anni e in una recente intervista a Il Messaggero confessò di avere una discopatia ovvero un’alterazione con conseguente sofferenza a carico di uno o più dischi intervertebrali. In genere questa patologia sopraggiunge con l’avanzare dell’età. Ma la malattia a cui fa riferimento Piero nella lettere è senz’altro un’altra.

Qualcuno ipotizza possa trattarsi i un tumore. La sua patologia, in ogni caso, non gli ha mai tolto la lucidità come risulta ben chiaro dall’ultima stagione di SuperQuark.

Tre anni fa fu ricoverato in ospedale, al Sant’Andrea di Roma, ma per fortuna in quell’occasione la causa fu un incidente domestico, nessun accenno ad alcun tipo di malattia.